venerdì 21 febbraio 2014

Deadman - Electro Voodoo


















La leggenda narra che Robert Johnson avesse stretto un patto col Diavolo, vendendogli la sua anima in cambio della capacità di poter suonare la chitarra come nessun altro al mondo. Con chi mai si sarà accordato Diego Potron, aka Deadman, per riuscire, da solo, a suonare come la più sghemba band del Mississipi? Ruvido, diretto e fottutamente ossessivo. In poche parole, una forza della natura. Curioso quanto riuscito, questo lavoro di Diego Deadman, stupisce grazie alla sua profonda passione per il blues elettrico: una raccolta di brani maledettamente belli, che si propagano come un urlo di dolore. Un suono incandescente e rabbioso scaturisce da questo “Electro Voodoo”, in cui il one man band suona contemporaneamente slide guitar, cigar box, cassa, rullante e charleston a pedali. Tutto dal vivo, tutto d’un fiato. La sua musica è una materia  esplosiva di garage-blues stordente. Colpisce in pieno Deadman:  Blue Mud Bay,  Bible & Pistols, Demon In My Ass,  trafiggono il cuore dell’ascoltatore. Il risultato, insomma, è un disco  morboso e potente, suonato con il cuore rivolto al passato e lo sguardo rivolto al futuro. Non rimane che ascoltarlo dal vivo.

Diabolico |7.2



2 commenti:

Nella Crosiglia ha detto...

Gran bel colpo nello stomaco caro Michele, ma daltronde ci avrebbe stupito fosse stato diverso ....
Grazie per il regalo che ci hai fatto , avremmo almeno una domenica non sonnolenta!
Un abbraccio::))

Michele Passavanti ha detto...

L'ho conosciuto davvero per caso Diego Potron. Grazie sempre per i tuoi apprezzamenti ai miei post.